Associazione Cento Mamme per Cento Bambini

homepage

 

PUBBLICAZIONI

 
 
 

Messaggio del Presidente in occasione della S. Pasqua                     Aprile 2022
• Carissimi sostenitori dell'Associazione Cento Mamme per Cento
Bambini, buona e serena Pasqua!
Oggi riecheggia in ogni parte del mondo l'annuncio della Chiesa: "Gesù, il crocifisso, è risorto, come aveva detto. Alleluia".
Dio Padre ha risuscitato il suo Figlio Gesù perché per amore ha preso su di sé le nostre infermità, la nostra stessa morte. L'Amore è più forte, l'Amore dona vita, l'Amore fa fiorire la speranza nel deserto.
Accogliamo la grazia della Risurrezione di Cristo. Lasciamoci rinnovare dalla misericordia di Dio, lasciamoci amare da Gesù, lasciamo che la potenza del suo amore trasformi anche la nostra vita; e diventiamo strumenti di questa misericordia, canali attraverso i quali Dio possa irrigare la terra, custodire tutto il creato e far fiorire la giustizia e la pace.
Il Signore vi ricompensi sempre per la vostra generosità. Con affetto vi benedico, augurandovi ogni bene.
Frate Emiliano Strino ofm capp.
 
 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini per la S. Pasqua                 Aprile 2022
Carissimi, Pace e bene
è il saluto amato da Francesco d'Assisi, uomo costruttore di pace, prima ancora è il saluto del Cristo risorto che da ai suoi discepoli chiusi nel cenacolo perché avevano paura. Il Signore risorto è colui che ha riconciliato l'uomo con Dio, dando all'uomo la speranza della vita eterna.
In questi giorni stiamo assistendo ancora una volta alla durezza del cuore dell'uomo che non cerca la pace, ma la guerra, dimenticando ciò che la storia ci ha insegnato. Dalla guerra non si esce vittoriosi, ma un po' tutti sconfitti, soprattutto chi ne soffre sono i tanti bambini che subiscono le scelte dei grandi.
Chiediamo a Dio padre onnipotente che liberi l'umanità da questa passione e che nel cuore di ogni uomo e donna possa risuonare il grido gioioso della vittoria di Cristo sulla morte e il dono della sua pace possa regnare su tutta la terra.
Fraterni auguri.
Frate Pietro Giarracca ofm capp.
 
 

Messaggio del Presidente in occasione del Natale 2021
Carissimi amici sostenitori generosi dell'Associazione Cento Mamme Per Cento Bambini, anche quest'anno celebriamo il Natale con tante limitazioni che forse rendono la festa meno bella, un p0' sotto tono, ma che ci stimolano a recuperare oltre le tradizioni, pur belle, la realtà di Dio che si prende cura di noi, da sempre, in ogni circostanza, in ogni nostra condizione. Nella notte di Natale sentiremo nelle parole iniziali del Gloria, come ce le presenta il Nuovo Messale: "Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini amati dal Signore".
Dio da sempre desidera che l'uomo non sia abbandonato nell'avventura della vita, ma che abbia per compagno il suo Figlio il quale prova amore e compassione per la sua vicenda ed è all'opera, sostenuto dallo Spirito Santo.
Nel Vangelo della Notte di Natale questo aspetto è sottolineato accuratamente nella vicenda dei pastori, agli ultimi posti nella scala sociale. Ricevuto con sorpresa l'annuncio dell'angelo si recano a Betlemme e contemplano il bambino nella mangiatoia. Ripartono "glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto". Tutto per loro resta come prima, eppure tutto è cambiato. L'incontro vero, profondo con il Signore trasforma sempre la nostra esistenza. In questo "Natale Covid", pur afflitti da problemi economici, sociali, dalla disoccupazione, dall' emarginazione e dalla solitudine, questo è il messaggio che ridona speranza e fiducia nel futuro.
Viviamo la prossimità, riscopriamo la solidarietà, la condivisione come ci insegna il bambino. Impariamo di nuovo a desiderare per ogni uomo un destino dignitoso, dove a ciascuno siano garantiti una casa, un lavoro, lo studio, la pace. Auguro a tutti voi un Santo Natale del Signore ricco di Grazia di Dio. Auguri!!
Con Affetto
Frate Emiliano Strino ofm capp.
 
 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini per il Natale 2021

Carissimi

a Natale festeggiamo la nascita di Gesù, Dio che si fa bambino. Questa festa ci ricorda che Dio è venuto ad abitare in mezzo a noi e ci dà speranza, perché ogni bambino che viene al mondo è un grande dono per 1 umanità. Ma ogni figlio che nasce ha bisogno di genitori, che sono chi da la vita, ma anche chi da amore per aiutarlo a crescere. Insieme a voi voglio ringraziare il Signore per la sua venuta in mezzo a noi e per la vocazione ad essere genitori che amano e aiutano a crescere figli, che per quello che fate, date loro una speranza per un mondo migliore e date speranza a tutta 1 umanità. Un caro augurio perché la venuta del Signore possa rallegrare il vostro cuore. Il Signore vi benedica.

  Frate Pietro Giarracca ofm capp.

 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini per la S. Pasqua                 Aprile 2021
Carissimi,
ci prepariamo a celebrare la Santa Pasqua.
La parola Pasqua, in greco pasha, ed in aramaico pasah, significa infatti "passare oltre", Per gli Ebrei, ricordava il passaggio del mar Rosso, dalla schiavitù alla liberazione. Per i Cristiani passaggio dalla morte alla vita di Gesù e quindi, per tutti noi, dalla morte del peccato alla vita nuova.
In questo tempo, segnato dalla pandemia, siamo sovrastati dalla paura della solitudine, dal disagio morale e materiale, dalla preoccupazione per un domani incerto, l'augurio più fraterno, è di trovare la forza per "passare oltre".
Tutti noi stiamo attraversando momenti difficili e alcuni, purtroppo, versano anche nella malattia e nel bisogno. Ma lo spirito che ci deve animare è la fiducia e la speranza che questo finirà e che la Pasqua di Resurrezione segni per tutti noi, con l'aiuto di Dio, uno spartiacque fra ciò che è stato e ciò che sarà.
Il Signore risorto si faccia compagno nel vostro cammino. Auguri.
Frate Pietro Giarracca cfm capp
 

Messaggio del Presidente in occasione della S. Pasqua                     Aprile 2021
Carissimi amici sostenitori generosi dell'Associazione Cento Mamme per Cento Bambini.
Il tempo che stiamo attraversando è tinto ancora di incertezza, di stanchezza e di paura. «Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città, si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e. di un vuoto desolante, che paralizza ogni cosa al suo passaggio: si sente nell'aria, si avverte, nei gesti, lo dicono gli sguardi>. Così papa Francesco descriveva i sentimenti dell'intera umanità nel cuore della Quaresima dello scorso anno (Sagrato della Basilica di San Pietro, 27 marzo 2020). Ma se la situazione sanitaria sembra non dami tregua, l'impegno di tanti fratelli e sorelle e la vostra testimonianza di carità, aprono il cuore alla speranza. Le vostre parole e i vostri gesti profumati di amore ci ricordano che la morte non è l'ultima parola, che la speranza non può morire; essi annunciano che la Vita vince la morte! È la forza e la bellezza dell'annuncio pasquale!
Lasciamoci illuminare allora dalla luce della Pasqua, alla quale l'itinerario penitenziale della Quaresima conduce Facciamo nostre le parole della sequenza pasquale: «Cristo, mia speranza, è risorto!». E il grido di gioia che squarcia l'oscurità della notte e annuncia l'alba di un nuovo giorno.
A tutti voi giunga un sincero e affettuoso augurio di Buona Pasqua del Signore risorto!
Frate Emiliano Strino cfm capp.
 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini per il S. Natale          Dicembre 2020
Carissimi, il Natale, ormai vicino, riempie il mondo di un clima nuovo, si respira dovunque aria di serenità. Non se ne capisce forse la ragione, ma di fatto il Natale è sempre, per tutti, "la festa dell'amore". A Natale il cuore si allarga, come avessimo trovato la gioia di stare insieme, come ragione del cuore. Natale ci insegna che l'uomo non è solo, ma ha bisogno di qualcuno che veramente lo ami e lui possa amare. In questo periodo forse tutto ciò è difficile immaginarlo, ma lasciamoci guidare dal Bambino Gesù che ha scelto la via della povertà e dell'umiltà per manifestarsi a noi.
In questo tempo di grande difficoltà e di povertà causata dalla pandemia che coinvolge tutta l'umanità, riscopriamo anche noi la povertà vera ed in spirito e abiti nel nostro cuore, per renderlo 'mangiatoia' dove trovano posto tutti i bisognosi: questa è la bellezza del Natale. Non solo, ma cosi, facendosi poveri per i poveri, la nostra vita si fa gioia, sperimentando la bellezza del donarsi, come fa Dio con noi.
A tutti auguro Buon Natale, nella gioia di sapere che Dio è tornato tra noi donandoci misericordia e speranza.
Pace e Bene!
Frate Pietro Giarracca
 
 

Messaggio del Presidente in occasione del S. Natale              Dicembre 2020
«Il popolo clic camminava nelle tenebre ha visto una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse» (Is 9,1-2)
Carissimi amici, sostenitori generosi dell'associazione "Cento Mamme Per Cento Bambini", con questo messaggio desidero rivolgere a tutti voi, alle vostre famiglie e ai vostri affetti un pensiero di vicinanza e di Speranza. Siamo consapevoli della difficoltà del momento e di quanto il COVID-19 abbia limitato le nostre esistenze. Sperimentiamo insicurezza e paura e continuiamo a temere per la nostra salute o per quella di congiunti e amici, guardando al • futuro con preoccupazione. Eppure, anche quest'anno, il Signore Gesù viene a visitare l'umanità per donarci una consolazione capace di riaccendere il futuro.
Per questo, l'augurio di speranza che di cuore vi condivido è quello che si rifà al Vangelo: auguro a tutti voi, ognuno nel suo ambito e con le proprie capacità, di essere dei collaboratori convinti per la costruzione della "certezza" che mai nulla è perduto, che la tentazione di "gettare la spugna" non è più sensata della caparbietà nel vivere le sfide e gli impegni del quotidiano.
Di cuore, vi mando un cordiale saluto di pace e bene!
Frate Emiliano Strino
 

Messaggio del Presidente in occasione del S. Natale 2019              Dicembre 2019

Carissimi sostenitori, il Signore ci dia pace!

Risuona nella liturgia della Parola del Natale: "La luce splende nelle. Tenebre" (Cvi, 5). Un'immagine forte e bella. Illuminante. Ci aiuta, in attimo, a percepire, anche emotivamente, il grande avvenimento del Natale del Signore. Gesù nasce a Betlemme. Ed è un'esplosione di 'luce nelle tenebre'. E le tenebre non hanno il sopravvento. Anzi, vengono sconfitte!

"A quanti l'accolsero, diede il potere di diventare Pigli di Dio" (Cv. 1,12). Un dono inimmaginabile. Chi poteva pensare che Dio, per mezzo del Figlio incarnato, ci avrebbe resi partecipi della sua stessa vita?!

Cos'è questa 'luce' che viene? Chi è? È il figlio di Dio che si incarna. È Dio che viene tra noi coi suoi doni. È il soprannaturale che entra nell'umano. Sono i valori che rendono la vita buona e bella, che ci vengono donati con abbondanza: la vita, la verità, la libertà, la gioia, la grazia, l'amore, la comunione, la pace.

E cosa sono le 'tenebre'? Non ci sarebbe neanche bisogno di parlarne. Le conosciamo. A volte sono in noi e attorno a noi. Purtroppo, ce ne sono tante: ciò che intristisce la vita, la miseria, la fame e la guerra; la violenza sui bimbi e sulle donne; la conflittualità crescente tra le persone, nelle famiglie, in ambito sociale, politiche anche ecclesiale; l'oppressione delle minoranze; l'intolleranza religiosa e la persecuzione anche contro i cristiani. Se pensiamo alle tenebre, ci prende lo sconforto. L'ansia. La paura.

Per fortuna c'è un messaggio che dona speranza. È il messaggio del Natale. Un avvenimento che capita. Una persona che è presente nella storia: Gesù. La LUCE splende nelle TENEBRE! Questa è veramente una bella notizia! Bellissima. La realtà ancora più bella è che la luce vince sulle tenebre. E le tenebre vengono sconfitte. Anche in noi la luce può vincere e le tenebre possono essere costrette a diminuire.

Come posso accogliere la Luce? Accogliendo Cristo! È venuto a Betlemme. E viene anche oggi. Se voglio, Lo posso accogliere in me. Se ascolto la Parola di Dio, se prego, se partecipo alla Messa: incontro Gesù Cristo, lo ascolto e lo accolgo. Allora cresce la luce e diminuiscono le tenebre. Il mio augurio è che questo avvenimento di 'LUCE che vince le TENEBRE' ci coinvolga tutti: giovani e anziani, sani e malati, singoli e famiglie. Il Bambino di Betlemme ci trasformi.

Santo Natale a TUTTI!         

Frate Emiliano Strino

 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini in occasione della S. Pasqua 2019              Aprile 2019

Carissimi bimbi, mamme e tutti voi che siete vicini all'Associazione, Buona Pasqua!

Giungiamo alla Risurrezione di Gesù dopo aver compiuto il cammino quaresimale, condotti dallo Spirito Santo consolatore. In questo tempo ci siamo nutriti della manna della preghiera, del digiuno e dell'elemosina. Ogni anno essi ci aiutano ad essere raggiunti dalla Misericordia di Dio e ci spronano ad essere misericordiosi come il Padre. Gesù, Crocifisso e Risorto, è il primogenito dei fratelli.

Lui è la misericordia venuta ad abitare tra noi e che ci rende familiari. Scrive infatti, sant' Ambrobio: "Non è la parentela che ci fa l'un l'atro prossimi, ma la misericordia" (esposizione Vangelo Lc 7, 84).

Con sentimenti fraterni e la gioia nella nostra vita. Auguri buona Pasqua.

Frate Gaetano La Speme ofn capp.

 
 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2019        Aprile 2019

Carissimi nostri cordiali amici sostenitori, è con grande affetto, gioia e riconoscenza che mi appresto a scrivervi; intanto, per ringraziarvi per la vostra continua e devota solidarietà alla nostra Associazione che devolve la vostra carità in pecunia ai bambini bisognosi del Brasile, poi nel contempo, augurarvi nell'imminenza della Festa della Santa Pasqua, centro della fede cristiana, di viverla e godersela pieni di gioia.

Il Signore Risorto, vincitore della morte e nostro Salvatore, riservi per ciascuno di voi un posto nel Suo regno e vi riservi tanta pace nel cuore. Tanti auguri di Santa Pasqua!

Frate Maurizio Sierna ofm capp

 

Messaggio del Provinciale dei Frati Cappuccini in occasione del S. Natale 2018              Dicembre 2018

"Beati gli operatori di pace perchè saranno chiamati figli di Dio".

La pace è dono di Dio ed è la missione che il Signore Gesù affida a noi, suoi discepoli, perchè diventiamo ciò che siamo: figli di Dio amati da sempre e per sempre.

La pace si costruisce quotidianamente, nelle relazioni familiari,parrocchiali, con il vicinato, al lavoro, ... e aprendo il cuore a chi è nel bisogno.

Amici e sostenitori dell'associazione Cento Mamme per Cento Bambini, con la vostra generosità voi siete costruttori di pace. Gesù che nasce per noi ed è la via della pace vi accompagni nella vostra preziosa missione.

Grazie per la pace che diffondete, auguri! Buon Natale!

Frate Gaetano La Speme ofn capp.

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2018             Marzo 2018

Cari amici sostenitori,

è con grande affetto e riconoscenza che mi rivolgo a tutti voi carissimi, fedelissimi e molto generosi sostenitori di questa opera caritatevole in favore di bambini sfortunati, perchè sono bisognosi, non solo di cure, ma anche di affetto e di cose di prima necessità. Il Signore della gloria e risorto vi ricompensi per il bene che fate al prossimo in tenera età.

Il mio augurio personale come Presidente dell'Associazione, e una preghiera piena di gratitudine davanti a Cristo Risorto per voi tutti. Dio ve ne renda merito. Auguri di una santa Pasqua.

Frate Maurizio Sierna ofm capp.                                                                                          

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione del S. Natale 2017              Dicembre 2017

Carissimi fratelli associati,

Innanzitutto vorrei ringraziarvi per le vostre offerte a beneficio di bambini sfortunati e che la vita, e a volte per egoismo degli uomini, vivono in grande difficoltà e precarietà di tutto, anche di quell'affetto e calore umano che li aiuta a crescere sani mentalmente. La vostra carità ed umanità è scritta nei cieli e il Signore Gesù che si è fatto bambino povero vi ricompenserà con le grazie che lui solo conosce nei vostri cuori. Poi mi è gradito porgervi un affettuoso saluto con l'augurio di un Santo Natale nel Signore, ricco del dono della pace e della salute.

Il santo Natale ci ricorda il grande mistero di Dio che si è fatto nostro fratello nella sua umanità e ci spinge a riconoscerlo in ogni uomo che viene in questo mondo, soprattutto se povero, emarginato, malato ... e bambino. La bontà misericordiosa che si è affacciata dall'alto vi colmi di gioia e di pace. Auguri!

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione del S. Natale 2016              Dicembre 2016

Carissimi sorelle e fratelli sostenitori,

è con grande gioia che mi accingo a scrivervi. Il Natale del Signore è alle porte; è tempo di pace e gioia che auguro a tutte le vostre famiglie. Il Signore che ricordiamo si è fatto bambino è divenuto nostro fratello e pertanto ci insegna che in ciascuno di noi c'è del "divino", ci suggerisce che ci dobbiamo accogliere, avere attenzione e rispetto, soprattutto verso i poveri, gli indifesi, i piccoli.

La vostra solidarietà non è nascosta agli occhi del Signore. Egli saprà come ricompensarvi per la vostra generosità verso piccoli che non conoscete, ma sono nostri fratelli.

Vi auguro un Santo Natale di riconciliazione e di pace interiore.

 

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2016             Marzo 2016

Carissimi Amici Sostenitori.

La Pasqua del Signore Risorto è ormai alle porte!

Sento impellente il dovere e la cordiale cortesia verso tutti per ringraziarvi e augurarvi con un caloroso abbraccio la gioia della vita risorta in Cristo Gesù  il Guaritore ferito. E in quest'anno del Giubileo straordinario della Misericordia quanto più dobbiamo percepire l'amore di Dio che riempie la nostra vita e ci apre le porte oltre il peccato e la morte con la sua misericordia e la resurrezione del Suo Figlio diletto, il Signore nostro Gesù Cristo. Il frutto di quest'amore si concretizza nella vostra solidarietà per i bambini che hanno bisogno di papà e mamme come voi che provvedete alla loro vita.

AUGURI DI UNA SANTA PASQUA!

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione del S. Natale 2015              Dicembre 2015

Carissimi sostenitori della nostra associazione, nell'apprestarsi delle feste natalizie sento impellente la necessità di ringraziarVi per la vostra generosità a contribuire con le vostre offerte per bambini sfortunati che hanno bisogno dall'acqua al sale.

Dice S. Paolo "la carità non abbia finzioni" e voi vi distinguete per il vostro cuore grande.

Quest'anno vivremo un tempo speciale per l'indizione del Giubileo della Misericordia da parte del Santo Padre Francesco. Possiate sentire nella vostra anima tutta la ricchezza dell'amore del Padre Celeste perchè possiate crescere nella carità e nella santità.

Il Santo Natale è, per eccellenza, la festa della gioia. occorre pertanto togliere l'orgoglio dai nostri cuori, eliminare l'egoismo, abbattere i muri dell'indifferenza e del rancore, affinchè Gesù possa nascere in noi e diventare Lui la nostra gioia.

Facciamo spazio a Cristo Gesù perchè è Dio: l'unico capace di farci sorridere ancora!

Auguri, tanti auguri

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2015              Aprile 2015

Carissimi sorelle e fratelli benefattori di questa umanità più povera e sfortunata, vi ringrazio per la vostra sollecitudine e solidarietà cristiana e, nonostante la ristrettezza dei tempi e la crisi economica che ancora persiste, ma che speriamo il buon Dio ci liberi al più presto, la vostra generosità è encomiabile.

Vi auguro bellissime festività di una Santa Pasqua nel Signore Risorto che rianimi e rinvigorisca la nostra fede e passione della vita cristiana.

Vi benedico tutti e vi assicuro la mia preghiera all'altare del Signore Risorto e vivo in mezzo a noi.

Pace e bene!

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione del S. Natale 2014              Dicembre 2014
Carissimi amici sostenitori generosi dell'Associazione Cento Mamme Per Cento Bambini.

Nell'imminenza delle festività del natale del Signore, "che da ricco che si è fatto povero per arricchirci tutti" e per salvare l'umanità dalla schiavitù del peccato, mi pregio di augurare a tutti un Santo e copioso di grazie Natale del Signore.

La vostra azione concreta di sostenere tanti bambini che soffrono la durezza di una vita stentata, oltre che essere un lodevole atto di umanità, è un gesto cristiano in nome di quel Dio che ci ha amato e ha dato se stesso per noi.

Il Signore vi benedica e ve ne renda merito, in questa e nell'altra vita.

AUGURI DI CRUORE

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2014              Aprile 2014
A tutti i carissimi benefattori,

nell'imminenza delle festività di Pasqua di Risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo, auguro una rinascita alla vita di grazia e ad una coscienza sempre orientata alla luce ed al bene. Gesù Risorto illumini i vostri passi nei sentieri incerti di questi tempi e vi doni serenità e pace nel cuore, vi riempia di entusiasmo e gioia di vivere.

Pace e Bene!

Fra Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione del S. Natale 2013              Dicembre 2013
Carissimi amici benefattori,

con grande gioia ed affetto vi ringrazio per la vostra preziosa carità che elargite verso questi bambini per le primarie necessità di vivere una vita dignitosamente umana e da creature che Dio ci ha affidati come piccoli fratelli di cui gratuitamente ci prendiamo cura per quel che possiamo. Gesù venendo nel mondo e prendendo forma umana anche lui è stato bambino ed ha ricevuto le cure materne di una giovane Madre e di un Padre putativo, per questi bambini lo siete voi; e come Gesù ha voluto nel Paradiso ricostituire la sua famiglia con Maria e Giuseppe, così assocerà e ricompenserà con la vita eterna e la gioia inesprimibile del Suo Regno tutti coloro che L'avranno riconosciuto in ogni uomo, soprattutto se bambino bisognoso secondo la Sua Parola: "tutto quello che avete fatto ad ogni mio fratello più piccolo l'avrete fatto a Me".

Auguro a tutti voi un Santo Natale del Signore ricco di Grazia di Dio. Auguri!!

Con Affetto

Fra Maurizio Sierna

^^^^^^^^^^^^^^^^^

Messaggio del Provinciale Frate Gaetano La Speme in occasione del S. Natale 2013              Dicembre 2013
Carissimi, pace e bene a tutti e a ciascuno. Insieme a Padre Sisto e a Sebastiano, lo scorso agosto e settembre siamo stati in Brasile a visitare alcuni luoghi dove risiedono e sono aiutati i bambini e le famiglie di cui l'associazione "Cento Mamme Per Cento Bambini" si prende cura. Aver visitato le scuole e ascoltato le canzoncine dei bimbi, essere entrato in alcune case e aver preso insieme un caffè, aver incontrato lo sguardo di piccoli e grandi, è stato un momento di grazia che custodisco nel cuore. Desidero oggi esprimere il mio grande apprezzamento per l'importante generosità che portate avanti con amore cristiano e spero che la nostra collaborazione possa crescere sempre più.

Approfitto per rivolgervi l'augurio per questo Santo Natale e per chiedere la benedizione della Santa Famiglia per voi e per tutti coloro che sono assistiti dall'associazione.

Il Bambino Gesù porti calore e serenità ad ogni famiglia.

Fra Gaetano La Speme

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Messaggio di Padre Sisto Veca in occasione del S. Natale 2013              Dicembre 2013
Agli associati Cento Mamme Per Cento Bambini.

Pace e bene.

Dal 24 agosto al 13 settembre c.a. ho avuto la gioia e l'occasione assieme al Provinciale dei Cappuccini di Siracusa Fra Gaetano La Speme e il caro segretario dell'associazione Sebastiano Pisasale di andare in Brasile a visitare tutti i luoghi dove vivono i bambini che voi generosamente assistiti.

Ho constatato come vivono felici e il bene prodotto dal vostro aiuto per la formazione umana, educativa ed intellettuale.

Unanime è stata la preghiera di trasmettervi la loro gratitudine e ringraziamenti (come faccio) e la promessa di elevare al Signore, ogni giorno, preghiere perchè vi ricompensi con il cento per uno.

A nome di tutti loro auguro un Santo Natale di pace, gioia e salute

Fra Sisto Veca

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2013              Marzo 2013
A tutti i carissimi associati e benefattori, nell'imminenza delle festività di Pasqua di Resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo, auguro una rinascita alla vita di grazia e di una coscienza sempre orientata alla luce ad al bene.

Gesù Risorto illumini i vostri passi nei sentieri incerti di questi tempi e vi doni serenità e pace nel cuore, vi riempia di entusiasmo e gioia di vivere.

Pace e bene.

                                                                                        Padre fr. Maurizio Sierna

 

Messaggio del nuovo presidente Frate Maurizio Sierna per il Natale 2012                              dicembre 2012

Nell' approssimarsi delle festività del Santo Natale del Signore, vogliate gradire un affettuoso augurio di prosperità e di pace nelle vostre famiglie e vi rinnovo il vostro impegno ad aiutarci a fare del bene a tanti bambini sfortunati di questo mondo con il vostro contributo prezioso che sgorga dai vostri cuori pieni di carità ed amore cristiano.

La novità portata da Cristo-Dio venuto nella carne in mezzo a noi ed insegnandoci nuovi rapporti tra gli uomini possa aumentare la vostra fede e in Lui autore e perfezionatore della fede nel Padre e riempirvi la vita di gioia, pace e giustizia.

Tanti Auguri di S. Natale e Capodanno.       

                                                                                                          Con affetto, P. Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2012               Aprile 2012

Carissimi Amici,

il Signore Gesù dopo aver beneficiato gli uomini caricandosi dei loro peccati e delle loro malattie, superando la passione atroce di dolore e morendo, abbandonandosi nelle braccia del Padre, vide la luce della risurrezione.

Anche noi, spesso, nella nostra vita, facciamo lo stesso percorso.

Dobbiamo fidarci di Dio Padre come Cristo Gesù e vedremo anche noi il sole della risurrezione e della vita in Cristo nostro Salvatore.

Auguri di una Santa pasqua a tutte le Madrine e padrini, e a tutti i collaboratori dell’Associazione Cento Mamme per Cento Bambini, un grazie dal profondo del cuore per la vostra solidarietà, dal presidente

                                                                                                                        P. fr. Maurizio Sierna

 

Messaggio del Presidente Frate Maurizio Sierna in occasione della S. Pasqua 2011                Aprile 2011
Carissimi amici,

la S. Pasqua con la risurrezione del Crocifisso Signore è fondamento e principio della nostra fede cristiana.

Tutto ciò che il Maestro di Nazareth ha fatto ed insegnato diventa per noi dottrina e verità per conseguire la vita eterna.

Accostiamoci ai sacri testi come se fossimo presenti nelle varie circostanze in cui Gesù opera ed insegna e la nostra vita alla luce di Lui risorto prenderà una svolta verso il senso profondo delle cose ultime e la sapienza che viene dall'alto ci riempirà di una gioia contagiosa e serena ed incontenibile.

Auguro una Santa Pasqua a tutti i sostenitori e collaboratori dell'Associazione, la forza di Cristo rafforzi la vostra fede e la Sua luce illumini la vostra vita.

                                                                                                                                 

                                                                                                                                        P. fr. Maurizio Sierna

 

Messaggio del nuovo presidente Frate Maurizio Sierna per il Natale 2010                                dicembre 2010

Carissimi sostenitori, mi permetto di salutarvi tutti con un abbraccio fraterno e vi ringrazio per l'opera meritoria della vostra carità verso bambini che non conoscete personalmente, ma il vostro buon cuore li sente vicini. Essendosi il mio predecessore dovuto dimettere dall'incarico di Presidente e che ringrazio sentitamente per il servizio svolto in questi anni per il bene di persone lontane, ma vicine per l'affetto del cuore che si dona ai miseri e bisognosi di sostegno, mi è stato affidato dalla Provincia dei Frati Minori di Siracusa l'incarico di Presidente.

Mi chiamo fra Maurizio Sierna e mi trovo presso il convento dei Frati cappuccini di Augusta. Spero di continuare il prezioso lavoro di solidarietà verso i bambini indigenti del Brasile e mi auguro un fruttuoso servizio a voi tutti. Mi permetto di esprimere a loro tutti possiate trascorrere un Santo Natale del Signore verso cui ci stiamo avviando a celebrare. L'incarnazione del Figlio di Dio è un delle grandi "Meraviglie di Dio" per salvare nel Suo disegno d'amore gli uomini. Il Natale ci richiama alla semplicità di Dio in mezzo a noi e alla Sua "povertà" per arricchirci, svuotandosi della Sua maestà divina, dei Suoi doni di grazia. Ci richiama alla mente il grande Suo amore per il prossimo tanto che ne ha fatto il Suo comandamento dato a noi. Dice Gesù: "tutto quello che avete fatto al vostro prossimo l'avete fatto a me". La sintesi del vangelo è amare come Dio ci ama perché alla fine della vita ciò che importa è avere amato. Auguro a tutti voi sostenitori e benefattori di questi bambini un Santo Natale di pace, di gioia e d'amore. 

                                                                                                                                                           Frate Maurizio Sierna

 

 

Messaggio dell'ex presidente Padre Tino Zappulla per Natale 2010                     Licodia Eubea, 22 novembre 2010

A conclusione del mio mandato a presidente dell’Associazione “Cento mamme per cento bambini”, desidero innanzitutto ringraziare il Signore per avermi permesso di conoscere e guidare, per quanto ho potuto, una realtà che sono certo potrà crescere e offrire al mondo un segno di speranza e di gioia per chi si trova in difficoltà e necessita di un aiuto concreto e disinteressato.

Un grazie a tutti voi che in qualche modo collaborate a questo progetto che il Signore ha suscitato anni or sono al nostro caro padre Giuseppe. Il Signore possa ricompensare tutti per il bene che riuscite a fare.

Ringrazio in particolare l’insostituibile Sebastiano Pisasale, senza la sua preziosa collaborazione la nostra associazione non riuscirebbe a raggiungere gli obiettivi per cui è nata e continua a crescere.

Colgo l’occasione per augurare a tutti un sereno Natale. Che il Cristo Gesù  dia a ciascuno quella gioia e quella pace che a piene mani offre a chi fa la sua volontà e lo accoglie in un cuore disponibile e nuovo!

Con affetto, padre Tino Zappulla

 

 

Messaggio del Presidente in occasione della Pasqua 2010           (17 febbraio 2010, mercoledì delle ceneri)

Esulti il coro degli angeli, esulti l’assemblea celeste: un inno di gloria saluti il trionfo del Signore Risorto!

Carissimi, da oggi iniziamo il cammino della Quaresima. E’ attraverso questo itinerario che scopriremo non solo la nostra condizione di peccatori ma, soprattutto, di popolo amato e perdonato da Dio.

E’ per questo che a Pasqua non celebreremo solamente la risurrezione di Gesù, ma anche la nostra. La liturgia della notte di Pasqua inizierà con l’oscurità. Quell’oscurità, che è segno del nostro limite e del nostro peccato, sarà rischiarata dal cero pasquale, dalla luce di una sola candela. Questa luce ci sarà trasmessa e canteremo l’Exsultet tenendo la candela accesa perché nei nostri cuori si faccia più luce, perchè il sole di Pasqua risplenda anche nei nostri cuori e scacci ogni oscurità. La luce di Cristo vuole penetrare in tutti gli angoli del nostro cuore, portare il calore della vita nel freddo interiore, la vitalità in quanto è rigido, fiducia nella paura. Perché ciò avvenga sarà però necessario riconoscere le nostre colpe, scrutare le ombre del nostro cuore, le oscurità che non ci permettono di vedere il cammino che porta a Dio e ai fratelli…

La Pasqua ci aiuterà, se lo vogliamo, a ribellarci al peccato e alle sue strutture che albergano dentro e fuori di noi. Impareremo a risorgere continuamente, a non restare a terra quando cadiamo, ad essere guariti dalla nostra vita ferita e rafforzare la certezza che l’amore di Gesù ha vinto per sempre la morte, che il mistero dell’amore è più forte della morte!

                                                        Buon cammino e buona Pasqua!

                                                                Padre Tino Zappulla

 

 

Messaggio del Presidente in occasione del Natale 2009

... Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una

mangiatoia, perchè non c'era posto per loro nell'albergo... (Lc. 2, 1-14)

 

Ritorna la festa più cara e sentita dell'anno: il Natale!

Ci si muove per renderla il più possibile bella e colorata, famigliare e desiderata. Chi può addobba la casa con luci e festoni, alberi e presepi. Si preparano regali e cene, inviti e auguri...

Ma se ci fermiamo un attimo e ritorniamo a quel lontano giorno in cui Dio si fece carne, allora ci rendiamo conto come ci sono stati quelli che hanno risposto alla provocazione dell'evento e vanno a vedere, a rendersi conto, a contemplare. E quelli, invece, che non abbandonano il proprio posto o magari si agitano, come Erode, perchè avvertono quella Presenza come una minaccia.

Un Dio che si muove, scende, si abbassa, viene a cercare l'uomo, comporta il prendere una posizione: la ricerca o l'indifferenza, il desiderio o la paura, la povertà o l'autosufficienza.

E se i pastori abbandonano i loro bivacchi per vedere "questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere" (Lc 2,15), o i Magi si muovono da lontano per adorare "il re dei giudei", altri non abbandonano le loro case, le loro sicurezze, le loro abitudini, il loro confort... il Bambino appena nato non giustifica la fatica del movimento!

Dio non sfonda le porte, aspetta. Non violenta i nostri programmi, ma si propone a noi come chi sta alla porta e bussa. L'amore non può essere costrizione ma accoglienza libera, spontanea, gioiosa.

Ogni Natale, il nostro Natale si gioca proprio sulla possibilità che l'accoglienza del dono inaudito prevalga sull'ostinazione del rifiuto. Abbiamo due possibilità: rimanere indifferenti o muoverci, cambiare...  Solo se la nostra povertà, aldilà dei fronzoli e della retorica, si apre al dono che ci viene offerto, il nostro sarà davvero un "buon natale"!

                                                                                                                                   Padre Tino Zappulla

Messaggio del Consiglio Direttivo in occasione della Pasqua 2009

Ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza! (2Cor 6,2)

 La nostra Associazione si sforza di porre gesti di concreta solidarietà verso chi ha più bisogno, verso chi vive nell’ indigenza e nella necessità delle cose più elementari. I nostri gesti non vogliono essere di semplice attenzione verso i nostri fratelli più piccoli, ma rispondere positivamente all’invito di Gesù: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me! (Mt 25,40). Nel Cristo crocifisso vedremo così i nostri fratelli sofferenti con le loro croci e i loro “Calvari”.

Buon cammino…che ognuno di noi sappia rispondere a questo appello d’amore per un’esistenza abitata nel profondo dalla presenza di Dio e, guarita dalle ferite ricevute e provocate, sappia dire a ogni fratello:

Gioia mia, Cristo è Risorto!

Messaggio del Presidente in occasione del Natale 2008

Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce…(Is 9,1)

 La Chiesa, con la prima domenica di Avvento, si è mette in cammino per prepararsi al Natale, alla venuta di Gesù in mezzo a noi. Essa desidera accogliere la luce vera quella che illumina ogni uomo di buona volontà  e gli permette di camminare sicuro e forte, malgrado le difficoltà e le prove della vita.

Ma il Natale non è solo il ricordo storico della venuta di Gesù, è anche un invito a ricordarci che Egli nasce ogni giorno quando apriamo il nostro cuore alla sua presenza, quando lo vediamo nei fratelli e ci prendiamo cura di loro, quando perdoniamo e tendiamo la mano a chi non ci vuole bene abbastanza, quando cerchiamo di cambiare in meglio la nostra vita e la società in cui viviamo.

Noi spesso camminiamo nelle tenebre del peccato, del dubbio, dell’incomprensione. Festeggiare la nascita di Cristo a Betlemme ci porta a credere che in noi c’è la vita divina e che Dio è in noi per darci la forza e la speranza di un cambiamento.

Lasciamoci illuminare dalla luce del Natale e la nostra vita potrà essere più bella mentre i nostri sguardi avranno il sorriso e la gioia di chi si sente amato da Dio e con Lui potrà fare cose grandi!

                                                                               Auguri e Buon Natale a tutti voi!

                                                                                      Fra Tino Maria Zappulla

 

 30 novembre 2008, I dom. di Avvento

Messaggio del presidente in occasione di Pasqua 2008

Lasciamo dietro di noi il Natale e già ci prepariamo alla Pasqua…da un Bambino nato per noi al Figlio di Dio che per amore si offre sulla croce dell’obbedienza al Padre!

L’anno liturgico ruota tutto sull’evento del Calvario e il cristiano di fronte a quel Crocifisso non può rimanere indifferente ma prendere una posizione, decidersi per il Regno di Dio, rinnovarsi interiormente. Eppure, ci ricorda Benedetto XVI nella sua ultima enciclica: “per noi che viviamo da sempre con il concetto cristiano di Dio e ci siamo assuefatti ad esso, il possesso della speranza, che proviene dall’incontro reale con questo Dio, quasi non è più percepito”. L’avvento e la quaresima hanno il solo significato di prepararci ad un incontro che cambia la vita. La nostra vita quotidiana, i nostri limiti, le nostre difficoltà sono la prova se a Pasqua abbiamo celebrato solamente un momento di euforia oppure se in mezzo alla nostra vita è avvenuta la risurrezione. Dobbiamo risorgere, risollevarsi dalle nostre cadute, offrire amore e perdono a chi ci sta accanto mentre sarà l’elemosina “un modo concreto di venire in aiuto a chi è nel bisogno e, al tempo stesso, un esercizio ascetico per liberarsi dall’attaccamento ai beni terreni”.

Viviamo questo tempo con un grande desiderio di conversione e di ritorno al Signore, se così accadrà l’amore continuerà a vincere per sempre sulla morte!

                                                                                   Fra Tino M. Zappulla

 Licodia Eubea, 2 febbraio 2008

(Presentazione di Gesù al Tempio)

 

Messaggio del presidente in occasione del Natale 2007

Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo…” (Lc 2,10)

 Il Natale anche quest’anno è alle porte e con esso si rinnova una gioia, una speranza, una voglia di cambiare noi stessi e ciò che ci circonda…

E, mentre, cantiamo il “Gloria a Dio…”, non possiamo non ricordare l’opera e il lavoro che fra Giuseppe Rossitto ha speso per l’Associazione “Cento mamme per cento bambini”. Lo vogliamo sentire vicino a noi e siamo certi che egli, nella notte di Natale, si unirà al nostro canto di lode e di ringraziamento per Chi si è fatto uomo ed è venuto ad abitare in mezzo a noi!

 Ho accolto con gioia e trepidazione l’invito a far parte come socio e presidente dell’associazione. Gioia perché insieme a tanti di voi, sostenitori e benefattori, possiamo sforzarci con le nostre povere forze di aderire alle parole di Gesù: “…ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt  25, 40); con trepidazione perché siamo ben consapevoli che le nostre possibilità non basteranno mai ad alleviare le sofferenze e il disagio di tanti nostri fratelli. La nostra è una testimonianza che vuole offrire speranza e occasione per creare un modo nuovo e più umano.

 Il Natale è la festa di un’attesa che diventa storia, la festa di un Bambino che offre speranze certe e gioie durature, la festa di una Mamma che dona all’umanità un figlio destinato a offrirci la più grande prova d’amore che il Padre poteva darci! Accogliamolo e muoviamoci verso Betlemme!

Per Gesù vale la pena muoversi. Cerchiamo il piccolo Gesù, nella società in cui viviamo…nel nostro cammino vedremo le tenebre diradarsi e sentiremo anche noi la voce dell’angelo del Signore: Non temete, ecco vi annuncio una grande gioia: oggi vi è nato un Salvatore: Cristo Signore!

 Buon cammino fratelli e …buon Natale!

                                                                                   Vostro, fra Tino M. Zappulla